News - FilmNews

La Cina censura Brokeback Mountain e le geishe!

di Francesco Sillo - Redazione

La Cina censura Brokeback Mountain e le geishe giovedì 2 febbraio 2006 14:45

Dopo Internet e Skype, ecco che la "tagliola" della censura cinese colpisce anche i film candidati all'Oscar 2006.
E di pochi giorni fa la notizia che "Brokeback Mountain" e "Memorie di una geisha" sono stati proibiti nei cinema "con gli occhi a mandorla".
Riguardo il primo, la storia dei due cow-boy gay non è piaciuta al governo cinese, che non ha ritenuto opportuno autorizzarne la proiezione in un Paese dove molti casi dimostrano come gli omosessuali sono ancora oggetto di pregiudizi sia da parte del sistema giudiziario che da parte degli organi di polizia cinesi, che portano anche ad arresti e detenzioni. Per il film diretto da Ang Lee non è la prima volta che accade: nelle scorse settimane anche nello Utah ne era stata rimandata e poi cancellata la proiezione.
Desta invece scalpore la censura applicata a "Memorie di una geisha": sembra che la pellicola sia stata bloccata perchè alcuni funzionari di governo non hanno gradito che nel film alcune note attrici cinesi abbiano interpretato personaggi giapponesi.
Una censura politica, dettata dall'atavico risentimento nei confronti del "Paese del Sol Levante".

Francesco Sillo - Redazione



I segreti di Brokeback Mountain Fotografie  I segreti di Brokeback Mountain Fotografie  I segreti di Brokeback Mountain Fotografie  I segreti di Brokeback Mountain Fotografie  

Commenti