News - PersoneNews

L'eredità di Alberto Sordi andrà in beneficenza. Parenti a mani vuote

di Eliana Tagliabue

L eredita di Alberto Sordi andra in beneficenza Parenti a mani vuotevenerdì 24 febbraio 2017 11.20

Nonostante siano trascorsi già quattordici anni dalla morte dell'indimenticabile Alberto Sordi, avvenuta il 24 febbraio 2003, la sua eredità, consistente nella villa romana a Caracalla da lui posseduta, era rimasta congelata a causa di una diatriba tra le ultime volontà dell'attore e quelle dei suoi quaranta eredi viventi.

Sembra infatti che il testamento di Sordi fosse stato redatto dalla sorella Aurelia Sordi, deceduta quattro anni fa, la quale, basandosi sui desideri di suo fratello, aveva stabilito di destinare la villa in questione alla fondazione che porta il suo nome, allo scopo di trasformarla in un museo.

I quaranta eredi dell'attore, di contro, avevano cercato d'invalidare il suddetto testamento, sostenendo che la donna, nel momento in cui l'aveva redatto, fosse incapace d'intendere e di volere.

Di parere opposto è stato invece il Tribunale di Roma che, oltre a dubitare dell'effettivo legame parentale con l'attore e le persone coinvolte, ha seguito scrupolosamente le indicazioni contenute nel testamento, motivo per cui la villa verrà prossimamente aperta al pubblico, come simbolo vivente della memoria del grandissimo Alberto Sordi.

Eliana Tagliabue



Poster di Alberto Sordi
 

Commenti

Trova il miglior prezzo con:
Trova il miglior prezzo con kelkoo!

Loading