News - FilmNews

Intervista a Jerry Bruckheimer

di Camillo Morganti

Intervista a Jerry Bruckheimermercoledì 4 giugno 2008 12:50

In occasione dell'uscita del DVD de "Il mistero delle pagine perdute" (nella versione originale: National Treasure: Book Of Secrets), film d'avventura già di grande successo ai botteghini, con protagonista Nicholas Cage, noi della redazione di Zapster.it ci siamo permessi di scomodare un "mostro sacro" di Hollywood, nientemeno che il produttore Jerry Bruckheimer, l'uomo che, per intenderci, è stato responsabile, oltre alla serie National Treasure, della realizzazione di film come Pirati dei Caraibi, Bad boys, Deja Vu e di telefilm di successo quali CSI (in tutte le sude declinazioni), Senza Traccia e Cold Case. Insomma: uno degli uomini di maggior successo in quella che può essere considerata l'odierna mecca del cinema.

Nonostante l'importanza del personaggio, Mr. Bruckheimer è stato così cortese da rispondere a qualche nostra domanda...

ZAPSTER.IT - Un proverbio italiano dice "non c'è due senza tre", nel film ci è sembrato di cogliere qualche indizio che punta in direzione di un possibile terzo episodio. Abbiamo visto giusto?

J.B. - In realtà è tutto nelle mani del pubblico, non c'è nulla di preordinato. Se gli spettatori ci tributeranno lo stesso successo del primo episodio, sicuramente torneremo dai nostri sceneggiatori, per vedere se riescono a produrre qualche brillante idea per un seguito, ma questo rimane ancora da vedersi. Aspettiamo di sapere se anche l'edizione in DVD verrà accolta bene come come quella di celluloide.

ZAPSTER.IT - A proposito di successo: vi aspettavate che un film dalle tematiche così smaccatamente americane fosse accolto tanto bene anche in Europa?

J.B. - Quella della compatibilità con il solo mercato americano è stata, se non ricordo male, proprio la prima domanda postaci dalla stampa alla presentazione ufficiale del primo film in Europa, ma in realtà è esattamente il contrario. Alla prova dei fatti, gli incassi sono stati superiori al di fuori dei confini statunitensi e il motivo è che il divertimento non ha nulla a che vedere con l'argomento di una storia. E come per il Codice Da Vinci: non ha nulla a che vedere con gli Stati Uniti, ma è stato comunque un colossale successo negli States. Il fatto poi che il secondo National Treasure sia ambientato in Europa è senz'altro destinato ad ampliare l'audience, che comunque era già bella ampia!

ZAPSTER.IT - Quanto è importante per Hollywood il mercato europeo?

J.B. - Quando ho cominciato a produrre film, il 60/70% degli introiti proveniva dal mercato statunitense. Ora si fanno più soldi all'estero. Il motivo è in parte legato al fatto che da voi le sale sono più moderne, gli schermi più grandi e la cosa senz'altro invoglia maggiormente gli spettatori a passare un venerdì sera al cinema. D'altro canto anche la svaltuazione del dollaro nei confronti dell'euro fa sì che si raccolgano molti più introiti in Europa.

ZAPSTER.IT - Lei ha lavorato spesso con Nicholas Cage - olter che nei due National Treasure, anche in film come The rock, Con air e Fuori in 60 secondi - è un suo amico intimo?

J.B. - In realtà è il contrario. Abbiamo lavorato talmente tanto insieme, che alla fine siamo diventati amici. E realmente una grande persona e un attore fenomenale. Per me rappresenta sempre un plus in un progetto, la possibilità di lavorare con lui.

ZAPSTER.IT - Dando per scontato che Il mistero delle pagine perdute bissi il successo di pubblico, ci può dare qualche anticipazione sul prossimo episodio?

J.B. - Mai mettere il carro davanti ai buoi. Aspettiamo prima di vedere come va. Comunque, se le cose prendono una bella piega, sicuramente vi forniremo qualche anticipazione...

Camillo Morganti



Kick Ass Fotografie e Locandina  Kick Ass Fotografie e Locandina  Kick Ass Fotografie e Locandina  L apprendista stregone Fotografie e Locandina  

Commenti

Trova il miglior prezzo con:
Trova il miglior prezzo con kelkoo!

Loading