News - TelevisioneNews

Gianni Morandi apre il Festival con "O Bella Ciao"

di Margherita Simiu

Gianni Morandi apre il Festival con O Bella Ciao mercoledì 3 novembre 2010 13:07

Gianni Morandi sta seriamente pensando di aprire la prossima edizione del Festival di Sanremo con l'esecuzione dell'inno partigiano O bella ciao.

Lo vorrei molto, secondo me bisogna farlo e lo faremo.

Il motivo di questa presa di posizione? Festeggiare i 150 anni dell'unità d'Italia, evento cui verrà dedicata un'intera serata della kermesse sanremese.

Poco importa se quell'inno con l'unità d'Italia non ha proprio nulla a che spartire e, anzi, rischia paradossalmente di dividere, riaprendo ferite e dibattiti mai sopiti a proposito delle stragi partigiane dell'immediato dopoguerra. Una divisione che lo stesso presidente Napolitano, con un discorso pronunciato in occasione del 25 aprile del 2009, riconosceva, dichiarando che "l'Italia visse, l'8 settembre 1943 e il periodo successivo in cui rimase tagliata in due e intimamente divisa, una tragedia nazionale".

A Morandi però sembra una buona idea e questo è ciò che conta, visto che a questo giro è lui che comanda, anzi, lo showman bolognese si dice certo che molti dei quattordici big vorranno cantare questa canzone che nasce come inno delle mondine e che poi ha acquistato un altro senso.

Paura delle polemiche? Nemmeno per sogno. Non ce ne saranno. Non ce ne devono essere, perché, come spiega lui, il significato dell'iniziativa è artistico e non politico. Se vogliamo cantare canzoni della nostra storia non dobbiamo aver paura di cosa rappresentano ma dobbiamo tener conto dell'importanza artistica che hanno avuto e che hanno.

E se lo dice lui...
Aggiornamento: Sanremo 2011: la squadra di Morandi è pronta, ma gli italiani la seguiranno?

Margherita Simiu



Commenti

Trova il miglior prezzo con:
Trova il miglior prezzo con kelkoo!

Loading