News - TelevisioneNews

Anche essere un sex-symbol stanca: parola di Kim Cattrall (di Sex and the City)

di Margherita Simiu

Anche essere un sex symbol stanca parola di Kim Cattrall di Sex and the City giovedì 4 agosto 2011 15:59

Chiunque abbia visto anche solo qualche puntata di Sex and the City, o almeno uno dei due film ispirati alla popolare serie televisiva, non può non aver presente la figura di Samantha Jones, la mangiauomini impenitente e cinica, costantemente affamata di sesso.

Ebbene, come spesso accade, il personaggio dietro la maschera è in effetti molto diverso da quello che si muove sotto le luci della ribalta. Almeno stando alle parole di Kim Cattrall, attrice che oltre in Sex and the City il grande pubblico ha potuto ammirare in una miriade di film a partire dagli anni '80 (cominciando con Porky's questi pazzi pazzi porcelloni, il primo mitico Scuola di Polizia e Grosso guaio a Chinatown).

Sono a dieta dal 1974... quasi un lavoro. - rivela in un'intervista al settimanale "A" - Sono una donna single, esco con gli uomini, voglio essere attraente, ma comincio a sentirmi un po' stanca. Desidero solo un hamburger e delle patatine fritte.

E rivela di essere grata a Sex and the City per la tranquillità economica che la serie le ha garantito, ma di essere più che felice di aver smesso, perché così ha potuto tornare a casa dalla sua famiglia.

Però l'etichetta di femme fatale le è rimasta cucita addosso:

Sono andata a Wimbledon e mi hanno detto che pure lì ho portato il sesso, figuriamoci che ho solo mangiato un panino a una partita di tennis!

In ogni caso le poteva andare ben peggio: sarà infatti anche stancante la vita del sex-symbol, nessuno lo mette in dubbio, ma allora cosa dovrebbe dire Rowan Atkinson, che tutto il mondo conosce come Mr. Bean?

Margherita Simiu



Sex and the City Fotografie  Sex and the City Fotografie  Sex and the City Fotografie  Sex and the City Fotografie  

Commenti

Trova il miglior prezzo con:
Trova il miglior prezzo con kelkoo!

Loading